Siete a Roma in questi giorni e avete in programma una gita fuori porta?

Allora vi consiglio una gita a Bracciano per assistere al Corpus Domini – Infiorata.

 

gita fuori porta

Infatti il 18 giugno, a Bracciano, avrà luogo il Corpus Domini, celebrazione religiosa, accompagnata da una manifestazione particolarissima, l’Infiorata, che ha come fulcro la realizzazione di meravigliosi tappeti floreali.

Quest’anno sarà la XXXIV edizione, promossa e curata in ogni minimo particolare sempre dallo storico Rione Borgo.

Si tratta di un evento molto sentito dalla comunità braccianese e che attrae turisti incuriositi da ogni parte d’Italia, e non solo.

La solennità del corpus Domini viene celebrata sin dal XIII secolo, sessanta giorni dopo la domenica di Pasqua, la domenica successiva alla ricorrenza della Trinità.

In questa occasione si festeggia il sacramento dell’Eucarestia, istituito da Gesù durante l’Ultima Cena.

La processione del Corpus Domini si snoda tra le suggestive vie del centro storico, partendo dal Duomo di Santo Stefano per poi concludersi davanti Chiesa del Divino Amore.

La celebrazione inizia alle 18.50, con il seguente itinerario: via della Collegiata, via Umberto I, piazza 1° Maggio, via Principe di Napoli, piazza IV Novembre, via Trento, via Fausti, e infine via Negretti.

Lungo le vie sarà possibile ammirare le opere floreali create da artisti e designer esperti.

Verranno realizzati quadri famosi utilizzando fiori assortiti, creando stupendi tappeti colorati. Questa tradizione è nata nel XVII secolo come imitazione dei famosissimi Mosaici Vaticani.

Sono necessarie speciali abilità per realizzare lavori così difficili, come ad esempio: selezione e raccolta di petali, competenza nel disegno sul suolo.

Sicuramente vale la pena guardare gli artisti mentre danno origine ai loro capolavori, per cui non perdetevi questa occasione. Anche i bambini potranno apprezzare queste particolari doti e capacità.

La manifestazione è organizzata anche in collaborazione con la comunità inter parrocchiale di Bracciano, comprendenti:  la Parrocchia S. Stefano P.M., Parrocchia S. Salvatore, Parrocchia S. Lorenzo M. e Parrocchia S. Maria Madre della Chiesa.

 

 

Marta Brusoni

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo! Grazie :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.